FAQ

Un condotto solare è un sistema di illuminazione naturale che capta la luce del sole per mezzo di cupole/captatori situati all’esterno degli edifici e la trasporta per diversi metri al loro interno utilizzando un condotti altamente riflettenti. Questo permette di illuminare spazi bui o privi di finestre anche quando non si trovano direttamente vicino al tetto o alle pareti esterne dell’edificio.

Il risultato sono spazi luminosi e pieni di vita grazie alla luce naturale, ottenendo elevati benefici in termini di benessere visivo, il che aumenta la produttività in ambienti di lavoro, un maggiore rendimento da parte degli alunni nelle scuole, maggiori vendite nei locali commerciali ecc…, tutto cio’ e’ possibile utilizzando la luce naturale solare, una fonte di energia gratuita e sostenibile, che non richiede costi di uso e manutenzione.

In qualunque ambiente in cui il condotto possa arrivare partendo dal captatore esterno. È importante che il captatore sia situato in una zona ben illuminata nella maggior parte della giornata, in modo che non venga ombreggiato da alberi, muri o edifici circostanti. Per ottenere una distribuzione della luce più uniforme all’interno del locale da illuminare è importante collocare il diffusore il più centralmente possibile.

Un captatore di dimensioni ridotte rispetto ad un lucernario tradizionale che si puo’ posizionabile oltre che sul tetto anche in altre posizioni adattandosi perfettamente al resto degli elementi visibili.

Una cornice dal cui diffusore esce la luce trasportata dal condotto. La cornice e’ metallica di forma circolare e puo’ essere a filo del soffitto oppure ribassata a seconda del modello prescelto.

La griglia riflettente DEPLOCELL è un dispositivo certificato che devia i raggi bassi obliqui del sole all’interno del condotto, migliorando notevolmente il rendimento nelle prime ore della mattina, nelle ultime del pomeriggio e nei mesi invernali. È formata da un’unica lama di alluminio altamente riflettente che viene orientata verso sud.

Tutte le componenti assicurano una perfetta tenuta stagna all’acqua. La forma dei capatatori assicura sempre deflusso dell’ acqua evitandone l’ingresso persino con pioggia e vento forte. Una guarnizione tra captatore e scossalina chiude il sistema evitando qualsiasi infiltrazione. Il resto dei punti critici sono stati progettati per assicurare un’assoluta impermeabilizzazione, con metodi e materiali testati e certificati nel settore delle costruzioni che permettono una messa in opera semplice e veloce. (Consulta le nostre schede tecniche di installazione e la gamma di scsossaline per trovare la soluzione migliore per l’installazione della tuo DEPLOSUN).

Attraverso una cupola con doppio vetro che forma una camera d’aria evitando il contatto dell’aria calda presente all’interno del condotto con la superficie fredda esterna del captatore, la scossalina eventulamente puo’ disporre di pareti isolate per evitare la condensa sulla superficie interna, il che evita la formazione di gocce d’umidità indesiderate persino con elevati cali di temperatura.

Tutte le giunture del captatore sono saldate a tenuta stagna per assicurare la sigillatura ermetica tra i materiali evitando così l’ingresso di polvere o insetti all’interno del condotto. Nel contempo i condotti riflettenti sono sigillati mediante un nastro adesivo ad alta resistenza in modo da sigillare e proteggere dalla polvere la superficie riflettente interna. La cornice del diffusore, a sua volta, dispone di una guarnizione in gomma che fa pressione sul soffitto del locale illuminato, assicurando la perfetta tenuta al vapore.

Anche con poche nozioni tecniche sui sistemi d’illuminazione naturale, con le informazioni fornite dalle nostre tabelle e dai nostri tecnici, è semplice scegliere il modello adeguato, alle vostre esigenze. In ogni caso non esitate a contattare il nostro ufficio tecnico perché vi consigli in maniera ottimale in base alle vostre esigenze. E’ possibile anche inviarci una piantina del locale da illuminare per potervi meglio consigliare gratuitamente sulla scelta del DEPLOSUN più adeguato alle vostre esigenze.

L’illuminazione di un tubo solare condotto di luce si misura in LUMEN (medi e massimi) ed è indicata nelle tabelle delle caratteristiche tecniche di ognuno dei modelli, essa varia in relazione alla lunghezza dei condotti, ma principalmente i fattori che incidono sul livello di illuminazione di un condotto DEPLOSUN sono l’ illumianzione esterna ed il periodo dell’ anno e l’ora della giornata.

Come si può evincere dalla tabella e dal grafico, la quantità di luce disponibile diminuisce all’aumentare della lunghezza del condotto. A questo si devono le piccole perdite di ogni riflessione. Per ridurre le perdite il più possibile il condotto DEPLOSUN è stato progettato con un elevato indice di riflessione che è circa del 98%.

La massima quantità di luce si ottiene nei mesi primaverili ed estivi, quando il sole è alto e entra verticalmente nel condotto. In autunno e in inverno l’altezza del sole è minore, il che implica un maggior numero di riflessioni all’interno del condotto. Per minimizzare queste differenze è stata progettata la griglia riflettente DEPLOCELL che devia il sole basso invernale verso l’interno del condotto ottimizzandone il rendimento. Nell’arco della giornata il massimo livello di luminosità si ottiene nelle ore del mezzogiorno. Nelle prime ore della mattina e nelle ultime ore del pomeriggio, al contrario, il sole è basso e meno intenso. Proprio per questo è importante la griglia DEPLOCELL al fine di migliorare il rendimento.

Si, anche se in misura minore. DEPLOSUN è per definizione un condotto solare, ragion per cui la quantità di luce trasportata dipende dalla quantità di luce solare disponibile. Il rendimento massimo si ottiene nelle giornate soleggiate. Nelle giornate nuvolose DEPLOSUN offre luce proporzionale a quella esterna, proprio come accade con le finestre tradizionali.

Secondo la normativa tecnica per l’edificazione NTE-QLC/1973, si consiglia un livello di illuminazione in funzione all’uso a cui è destinato un locale: 100 LUX ingressi di verande, corridoi, bagni, garage e magazzini 200 LUX scale, cucine, dormitori, salotti, biblioteche, ingressi di locali pubblici, archivi, musei e aree di lavoro con richiesta di scarsa precisione 300 LUX sale da pranzo e saloni di alberghi, ristoranti, caffetterie e bar, scuole, zone di lavoro con richiesta di media precisione 500 LUX stabilimenti commerciali, sale per conferenze, aule, laboratori e zone di illuminazione localizzata per la lettura 750 LUX locali di disegno, vetrine e zone di lavoro con richiesta di precisione

La luce emessa da un condotto solare DEPLOSUN mediante il diffusore DEPLO-LUX viene distribuita secondo la grafica rappresentata in figura. Si ottiene la massima illuminazione direttamente sotto il diffusore e sempre meno allontanandosene. Il livello di illuminazione ottenuto con un condotto DEPLOSUN può essere stimato con la seguente formula, dove: E: luminosità (livello di illuminazione Lux su una superficie orizzontale) F: flusso luminoso emesso dal condotto (in Lumen) Fd: fattore di distribuzione in un certo punto (ottenuto dalla tabella) H: distanza dal diffusore del tetto al piano (in metri) Usare Fd=1 per ottenere un livello di illuminazione di un valore medio. Utilizzare i valori Fd della grafica per ottenere stime in diversi punti della superficie illuminata. Fd: fattore di distribuzione.

Sì, mediante lo strumento DEPLO-BLACK (oscuratore). Si tratta di un sistema motorizzato dotato di una serranda che, se girata, si apre o si chiude permettendo o impedendo l’ingresso della luce per mezzo di un interruttore, nello stesso modo in cui si accende o si spegne una lampadina.

L’utilizzo di un sistema di illuminazione naturale DEPLOSUN permette un importante risparmio energetico nell’illuminazione di esercizi commerciali e uffici che hanno bisogno di essere illuminati nella maggior parte della giornata. In questi casi è possibile eliminare il costo energetico della luce artificiale per diverse ore e utilizzarla solo nei momenti in cui è strettamente necessario. Risparmio energetico mensile in una superficie commerciale o di un ufficio illuminata con il sistema DEPLOSUN Risparmio energetico fino al 70%.

No. Le dimensioni dei condotti DEPLOSUN sono studiate per lasciar entrare la quantità di sole giusta affinchè risulti proporzionale all’illuminazione adeguata. L’efficienza del captatore e dei condotti riflettenti permettono di lavorare su aperture molto ridotte, il che ci assicura che non vi sia un eccesso di insolazione e quindi di calore. Tutte le cupole sono inoltre dotate di dispositivi che sfruttano al massimo l’ingresso del sole in inverno e, al contrario, proteggono dal sole alto ed intenso estivo. D’altra parte,la luce naturale è la fonte d’ illuminazione che genera meno calore rispetto a qualsiasi sistema di luce artificiale. Pur con lo stesso livello d’ illuminazione, il sistema DEPLOSUN apporta meno di un decimo del calore generato da un sistema di lampadine incandescenti tradizionali.

No. Il sistema su cui è basato DEPLOSUN è pensato per evitare perdite di calore da parte di ogni suo elemento. Il captatore e’ dotato di doppia parete con una camera d’aria che garantisce un importante isolamento termico; il condotto stesso rappresenta inoltre una seconda camera tra il captatore ed il diffusore. Tutte le giunture vengono sigillate con guarnizioni di gomma, nastro adesivo o silicone, evitano qualsiasi infiltrazione di aria e quindi qualsiasi perdita di calore tra l’interno e l’esterno.

DEPLOSUN dispone di un’ampia gamma di zoccoli adattabili a qualsiasi tipo di copertura come: – piana – inclinata e fatta di tegole – con corpi sporgenti (camini) – inclinata con ondulati di fibrocemento industriale – inclinata con lamiera decorata industriale piana tipo “tetto” ecc. Sfoglia il nostro catalogo di zoccoli per selezionare il modello che si adatta alle tue necessità o consulta il nostro ufficio tecnico

Sì, attraverso l’ elemento DEPLO-TWIST (curva), che permette di realizzare qualsiasi curva compresa tra 0°-30° semplicemente curvando un estremo rispetto all’altro, adattandosi così con facilità ad ogni deviazione tra captatore e diffusore.

L’area illuminata e il livello di illuminazione ottenuto dipendono principalmente dall’altezza “h” a cui è situato il diffusore dal piano che ci interessa illuminare. Maggiore sarà “h”, maggiore sarà la superficie illuminata, ma anche minore sarà il suo livello di illuminazione.

Generalmente si consiglia una distanza tra condotto di 3,5 metri. Questo vale per la maggior parte dei casi, anche se è più facile separare i condotti se l’altezza del tetto è superiore ai 3,5 metri e si desiderano livelli di illuminazione non troppo elevati. Se si tratta di ottenere livelli di illuminazione importanti, non c’è alcun problema nel disporre i condotti a distanza minore l’uno dall’altro, anche se non è raccomandabile una distanza superiore ai 1,5 metri, essendo ‘’h’’ l’altezza dal piano di lavoro al diffusore. In alcuni casi è raccomandabile disporre di zone con abbondante illuminazione naturale al posto di spazi con minore illuminazione. Richiedi l’aiuto dei nostri tecnici per ottenere il livello di illuminazione e l’effetto più adeguati alle tue esigenze.

Il momento ideale per installare i condotti DEPLOSUN è dopo aver montato il controsoffitto o dopo aver intonacato l’interno (prima dell’imbiancatura). Per l’installazione in copertura (se deve essere realizzata dal costruttore) informarsi in anticipo su dettagli, modelli disponibili o scossaline per ottenere la massima tenuta stagna.

Un condotto solare DEPLOSUN tradizionale viene installato in tre ore di lavoro. Se si tratta di più unità il tempo medio per condotto può diminuire notevolmente.

Generalmente i nostri installatori, ma nella maggior parte dei casi possono essere installati da qualsiasi installatore o esperto in edilizia.

I condotti solari DEPLOSUN sono apparecchi che richiedono una manutenzione pressoche’ nulla. È possibile smontare il diffusore per pulire le sue superfici, lavoro che si può svolgere tranquillamente all’interno del locale illuminato. Il captatore, al contrario, si pulisce autonomamente con la pioggia, che è sufficiente per mantenere il livello di trasparenza desiderato. L’interno del condotto non richiede alcuna manutenzione.